“Carte futuriste” in mostra ad Oslo
La capitale norvegese tra le tappe della mostra itinerante promossa in occasione del centenario del Manifesto del Futurismo del poeta Filippo Tommaso Martinetti. Appuntamento dal 20 marzo al 3 maggio 2009
In occasione del Centenario del Manifesto futurista, sarà inaugurata il prossimo 19 marzo, nella prestigiosa sede del Museo Vigeland di Oslo, la mostra itinerante “Carte futuriste”, promossa dal Ministero degli Affari Esteri e organizzata dall’Istituto Italiano di Cultura di Oslo.
La mostra, curata da Davide Sandrini e Maurizio Scudiero rimarrà aperta al pubblico dal 20 marzo al 3 maggio 2009. Al pubblico di Oslo verranno presentati 15 disegni originali di grandi esponenti del movimento: Umberto Boccioni, Giacomo Balla, Carlo Carrà, Enrico Prampolini, Luigi Russolo, Gino Severini, Fortunato Depero, Mario Sironi, Achille Funi e R.M. Baldessari. Lo spettatore vivrà quindi un’esperienza unica, immerso nel dinamismo delle linee e dei colori, vera e propria manifestazione del credo futurista nella velocità, nella tecnologia e nella violenza dei contrasti.
La poetica futurista si basava sull’esaltazione della macchina e dei congegni meccanici in un’ottica rivoluzionaria che, per la prima volta, mise il manufatto tecnologico e non più l’uomo al centro della creazione artistica. Il movimento futurista, che divenne la corrente italiana più conosciuta a livello internazionale durante tutto l’arco del Novecento, abbracciò tutti i campi dell’esperienza estetica, dalla letteratura, pittura e scultura fino all’architettura, musica, danza, fotografia e persino gastronomia. La nascita del futurismo fu il momento di rottura con le vecchie ideologie e segnò l’inizio dell’illimitata fiducia nel progresso meccanico.
La mostra sarà una vetrina importante per l’opera futurista in Norvegia e in particolare per Oslo che, per lungo tempo dagli Anni Trenta, fu la città di adozione dell’artista futurista italiano Ivo Pannaggi.
Dopo la capitale norvegese, la mostra farà tappa a:
  • Bratislava, presso la Galleria Nazionale Slovacca di Bratislava, in collaborazione con Istituto di Cultura di Bratislava
    http://www.sng.sk/
  • Varsavia, presso il Centro di Arte Contemporanea Castello Ujazdowski, in collaborazione con Istituto di Cultura di Varsavia
    http://www.csw.art.pl/
  • Vilnius, presso Galleria “Akademija”, in collaborazione con Istituto di Cultura di Vilnius,